Loading..

Product was successfully added to your shopping cart.

5

Product was successfully added to your comparison list.

0 Com

Intervista a Nicola Lagioia

Nicolò Lagioia, classe 1973, esordisce la sua carriera letteraria nel 2001 con il romanzo Tre sistemi per sbarazzarsi di Tolstoj (senza risparmiare se stessi). La consacrazione della sua carriera arriva nel 2015 quando vince la 69° edizione del premio Strega con il romanzo La ferocia.

la-ferocia-lagioia-nicola

Noto al panorama culturale italiano anche per il suo ruolo in ambito cinematografico dove viene scelto per tre anni consecutivi (2013-2015) come selezionatore della “Mostra internazionale del Cinema di Venezia”. Nel 2016 diventa il nuovo direttore e coordinatore del “Salone internazionale del libro di Torino” riscuotendo un successo tale che lo porterà ad essere riconfermato anche per l’edizione successiva. 

TIMREADING lo ha incontrato al Circolo dei Lettori di Torino, dove abbiamo scambiato qualche breve battuta sulla sua ultima esperienza torinese e ci siamo fatti raccontare la sua opinione sul futuro della letteratura digitale. 

Che cosa ha rappresentato l’esperienza di direttore del Salone Internazionale del libro di Torino? 

Sicuramente è stata un’esperienza bellissima per me, soprattutto da un punto di vista narrativo. Inizialmente sembrava tutto molto complesso e molti già la definivano una sfida persa: siamo riusciti a ribaltare la situazione ed abbiamo così portato nuovamente in luce il ruolo originario della fiera come una delle realtà più importanti dell’editoria italiana.

riportando-tutto-a-casa-lagioia-nicola

Un traguardo importante anche da un punto di vista personale, quindi? 

Si, umanamente mi ha arricchito moltissimo. 

In questa esperienza avrà avuto modo di osservare anche l’approccio del pubblico con le nuove forme di letteratura digitale come quella offerta da TIMREADING. Cosa ne pensa di questa realtà? 

In Italia, i lettori sono ancora affezionati ad un approccio tradizionale alla lettura. Se in futuro l’editoria digitale diverrà un mezzo che porterà ad un’ impennata dei lettori, non potrei che esserne felice.

Per conoscerlo meglio, su TIMREADING, potete trovare La Ferocia, vincitore dello Strega 2015 3  i suoi titoli più noti da leggere in streaming sullo smartphone. 

La ferocia – Premio Strega 2015

In una calda notte di primavera, una giovane donna cammina nel centro esatto della strada statale. È nuda e coperta di sangue. A stagliarla nel buio, i fari di un camion sparati dritti su di lei. Quando, poche ore dopo, la ritroveranno ai piedi di un autosilo, la sua identità verrà finalmente alla luce: è Clara Salvemini, prima figlia della piú influente famiglia di costruttori locali. Per tutti è un suicidio. Ma le cose sono davvero andate cosí? Cosa legava Clara agli affari di suo padre? E il rapporto che la unisce ai tre fratelli - in particolare quello con Michele, l'ombroso, l'instabile, il ribelle - può aver giocato un ruolo determinante nella sua morte? Le ville della ricca periferia barese, i declivi di ogni rapida ascesa sociale, le tensioni di una famiglia in bilico tra splendore e disastro: utilizzando le forme del noir, del gotico, del racconto familiare, scandite da un ritmo serrato e da una galleria di personaggi e di sguardi che spostano continuamente il cuore dell'azione, Nicola Lagioia mette in scena il grande dramma degli anni che stiamo vivendo. L'intensità della scrittura - mai cosí limpida e potente - ci avviluppa in un labirinto di emozioni, segreti e scoperte, che interseca le persone e il loro mondo, e tiene il lettore inchiodato alla pagina.

 

Scrivi un commento

Autenticati per inviare un commento.

clicca qui per autenticarti