Loading..

Product was successfully added to your shopping cart.

5

Product was successfully added to your comparison list.

0 Com

LEGGI IN STREAMING LATTE NERO, L’EBOOK DELL’AUTRICE TURCA DE LA BASTARDA DI INSTANBUL

la-bastarda-di-istanbul-shafak-elif

Un pomeriggio, avevo venticinque anni, ero a casa di mia madre, stesa sul divano. Era un periodo difficile per me. La carriera da attrice non decollava e non sapevo cosa fare della mia vita. Ero triste, demotivata, mi sembrava di non aver concluso nulla nella mia vita. Avevo venticinque anni, una laurea con lode, un romanzo pubblicato, diversi spettacoli teatrali come protagonista al mio attivo, eppure mi sentivo una fallita. Mia madre, per scuotermi, mi disse: “Avresti dovuto trovare un lavoro vero! Avresti dovuto lavorare in banca!”. Quella frase mi scosse. “Mai! Piuttosto vado a dormire sotto un ponte”, risposi.

Ecco, quella ero io a venticinque anni. La ragazza che piuttosto che il lavoro in banca, meglio la vita da clochard. Io amavo l’avventura, il palcoscenico e, soprattutto, amavo raccontare storie. E, per farlo, avevo bisogno di vivere. Vivere per me significava leggere, scrivere, vedere mostre, musei, film, respirare arte. Vivere significava essere libera di restare ore all’aeroporto, agli arrivi, a spiare ragazzi che riabbracciavano la mamma dopo le vacanze studio, ragazze che baciavano il fidanzato che non vedevano da mesi, manager che cercavano il loro nome sui cartelli esposti dagli autisti.

Anni dopo, ho incontrato quello che poi sarebbe diventato mio marito. Mi sono innamorata e, dal nostro amore, è nato un figlio. Quello che seguì fu il periodo più intenso e più buio della mia vita. Sindrome ansiosa post partum, la chiamavano, ma aveva tutte le fattezze di una depressione. Amavo mio figlio, eppure una parte di me, una parte grande, importante di me, si sentiva scippata, defraudata, spogliata della sua vita.

latte-nero-shafak-elif

Non riuscivo più a scrivere. Non riuscivo più a pensare. Tutta la mia vita, la mia mente, il mio corpo erano stati risucchiati in un vortice chiamato maternità. Non riuscivo a gestirmi. Non riuscivo ad essere un po’ madre, un po’ scrittrice, un po’ moglie. Non mi sentivo abbastanza.

Come Elif Shafak, nel suo Latte Nero, il libro che vi consiglio questa settimana da leggere comodamente in streaming sul vostro smartphone. E’ un viaggio meraviglioso nella mente di una grande autrice, nella storia delle grandi autrici e nel loro rapporto con la maternità. E’ un romanzo, un’autobiografia e un’antologia di storie. E’ una lettura che aiuta.

Leggetelo la sera, quando anche se il bimbo dorme voi non riuscite a prendere sonno. Leggetelo la mattina, al parco, quando mezze barcollanti per la stanchezza guardate quel piccolo essere nella carrozzina e vi sentite in stand by. Leggetelo quando avete bisogno di ricordarvi che siete anche altro, che potete essere altro, che presto sarete di nuovo altro. Leggetelo quando vi sentite in trappola e avete bisogno di respirare un po’. Leggetelo quando volete avere la certezza di non essere sole. 

Parola di mamma

 

Scrivi un commento

Autenticati per inviare un commento.

clicca qui per autenticarti