Loading..

Product was successfully added to your shopping cart.

5

Product was successfully added to your comparison list.

0 Com

Tre ebook da leggere in streaming per chi ama il tennis

Set, ace, breakpoint, tiebreak, net, smash. Se queste parole hanno per te un senso, sei sicuramente un appassionato di tennis. Le origini di questo sport sono lontane. Una delle versioni più accreditate sembra far risalire la nascita del tennis proprio in Italia, dove già nel tredicesimo secolo i Longobardi erano soliti dilettarsi col gioco della pallacorda. Lo scopo era quello di lanciare con la mano una pallina, verso l’altra parte del campo, divisa da una corda tesa sulla metà. Le mani furono poi sostituite con delle racchette. Ma la parola “tennis” sembra venire dalla versione francese del gioco, il “jeu de paume”, che a differenza della pallacorda, veniva giocato in campi al coperto appositamente dedicati. Durante le partite i giocatori francesi erano soliti avvisare del lancio della pallina dall’altra parte del campo urlando la parola “tenez” (tieni) poi storpiata dagli anglosassoni in tennis.

Su TIMreading tre ebook sul tennis da leggere in streaming sullo smartphone, magari tra un set e l’altro, che raccontano il tennis attraverso le parole di chi ne ha fatto la ragione della propria vita come i campioni mondiali John McEnroe e Novak Djokovic e chi lo ha amato così tanto da dedicargli diversi romanzi, come David Foster Wallace.

Sul serio di John McEnroe, scontato al 50% fino al 31 marzo.
John McEnroe, mancino, è stato numero 1 del mondo per quattro anni di seguito dal 1981 al 1984. Soprannominato SuperBrat, il supermoccioso, genio (molto) e sregolatezza (non di meno). Leggendari i suoi colpi, rasoiate o carezze. Altrettanto la sua irascibilità, le sfuriate contro arbitri, avversari, giudici di linea, a volte spettatori. Broncio perenne e la miccia dell'isteria sempre sul punto di prendere fuoco, per ogni ingiustizia vera o presunta. Come quando a Wimbledon urlò reiteratamente e a squarciagola il suo "You cannot be serious!" (Non puoi dire sul serio!) in faccia all'arbitro. Oggi racconta tutto, in una biografia che diventa romanzo di una vita. Il mondo del grande tennis professionistico, da Borg ad Agassi, e la New York psichedelica di una stagione leggendaria. Le ragazze, i matrimoni, lo sballo, i trionfi, i rovesci, gli schiaffi presi dalla vita. E dice proprio sul serio.

 

 

Il punto vincente di Novak Djokovic.
È ritenuto uno dei tennisti più forti della storia. Soprannominato Djoker occupa attualmente la seconda posizione del ranking ATP da singolarista. È stato numero 1 al mondo per 223 settimane, di cui 122 consecutive. Nel 2011 Novak Djokovic è stato protagonista di quella che i giornalisti sportivi hanno chiamato «la migliore stagione nella storia del tennis»: ha vinto 10 titoli, 3 Grandi Slam e 43 match consecutivi. Eppure, fino a due anni prima, riusciva a malapena a completare un torneo. Come ha fatto un giocatore tormentato da dolori, difficoltà respiratorie e infortuni sul campo a diventare improvvisamente il numero uno al mondo? La risposta è sorprendente: ha cambiato la sua alimentazione. Dall'infanzia sotto le bombe a Belgrado fino a raggiungere il successo, Djokovic spiega, con voce convincente e sincera, la sua storia e il suo «metodo».

 

Il tennis come esperienza religiosa di David Foster Wallace.
Negli anni della giovinezza e prima di diventare forse il piú grande innovatore della letteratura americana contemporanea, David Foster Wallace si è a lungo dedicato al tennis, entrando nelle classifiche regionali e sfiorando la fama che ha saputo costruirsi altrove, e con ben altri esiti. E il tennis è rimasto una delle sue grandi passioni, tradotta in pagine memorabili, daI Infinite Jest a Tennis, Tv, trigonometria e tornado. Fino a questi due grandi saggi, qui raccolti insieme per la prima volta e dedicati rispettivamente a Roger Federer e a un'epica edizione degli Open, ma anche a mille altre cose. Il tutto, nella lingua immaginifica e inimitabile di David Foster Wallace.

Buona partita a colpi di ebook.


 

Scrivi un commento

Autenticati per inviare un commento.

clicca qui per autenticarti