Loading..

Product was successfully added to your shopping cart.

5

Product was successfully added to your comparison list.

0 Com

Oltre Montalbano

NOME:Gigi
COGNOME:Berté
CAPIGLIATURA: già brizzolata
TAGLIA: (troppo) large
PENSIERO: sottile
INTELLIGENZA: spessa
PIANTA PREFERITA: paulonia
PUNTUALITÀ: lombarda
GELOSIA: calabra
VIZIO CHE NON HA PIÙ: fumo
VIZIO CHE HA SEMPRE: mangiare molto
INSOFFERENZA 1: locali affollati
INSOFFERENZA 2: andare per negozi
STILE (secondo la Patty): antiquato
STILE (secondo la Marzia): classico

la-regina-del-catrame-emilio-martini

Il suo nome è Gigi Berté. Commissario Berté. C’è una macchia nel suo passato, un buco nero che gli è costato il trasferimento da Milano a Lungariva, uno di quei paesini liguri che sono troppo pieni d’estate e troppo vuoti d’inverno. In attesa di trovare casa vive nella pensione della Marzia, una donna bella ma decisamente sovrappeso, l’esatto contrario del suo immaginario erotico. Il commissario ha un segreto che non ha mai rivelato a nessuno: scrive racconti gialli e surreali. Ma poi il morto ammazzato arriva per davvero. In un angolo della spiaggia di Lungariva, in mezzo ai bagnanti. Per il commissario Berté è arrivata l’ora di mettersi al lavoro e chissà se per risolvere il caso gli servirà di più la sua esperienza di poliziotto o il suo intuito di scrittore…

farfalla-nera-emilio-martini

Se questo inizio vi piace e volete sapere come vanno a finire i casi del commissario-scrittore Bertè non potete perdervi, per tutto il mese di settembre a soli 1.99 euro, la serie di ebook gialli noir con lui protagonista scritti da Emilio Martini. E i misteri non finiscono qui. Perché Emilio Martini in realtà non esiste, è uno pseudonimo, nato dall’omaggio al celebre scrittore di romanzi d’avventura Salgari Emilio, per l’appunto, e alla italica bevanda alcolica. Chi si cela dietro a questo fake? Inizialmente si pensava fosse un vero poliziotto, data l’approfondita e dettagliata conoscenza del mondo della questura milanese o, addirittura, qualcuno che con la polizia ci avesse molto a che fare, ma dall’altro lato della barricata.

chiodo-fisso-emilio-martini

Dopo anni di false piste e ipotesi, finalmente si è risolto il caso Martini, scoprendo che dietro allo pseudonimo ci sono le sorelle Elena e Michela Martignoni, affermate scrittrici di romanzi storici, con qualche tocco di romanticismo ed erotismo, come Memorie e peccati. L’amante di Papa Borgia e La perversa giovinezza di Rodrigo Borgia.

Pronti ad entrare nel mondo di Emilio Martini? Basta lo smartphone e potete iniziare subito la lettura in streaming senza consumare giga.

Buona lettura!

 

Scrivi un commento

Autenticati per inviare un commento.

clicca qui per autenticarti